Piazza gremita a Bondeno

Uno spettacolo divertente in una location più che adatta: il comico e ciclista Paolo Franceschini ha intrattenuto il pubblico di Bondeno con il caratteristico show a impatto zero. Un ringraziamento a chi ha voluto e sostenuto il progetto, dall’amministrazione comunale al Biscottificio Saltari – Deco Industrie.

Serata ideale quella del 30 luglio trascorsa nella piazzetta Andrea Costa del Comune matildeo: il caldo non ha distolto l’attenzione dallo spettacolo di Paolo Franceschini che come annunciato si è esibito sul palco illuminato da fari di biciclette e da luci provenienti dalle torce degli astanti. Un chiaro messaggio sull’importanza di fare attenzione a ciò che ci circonda: è possibile attuare scelte alternative a favore dell’ambiente e ottenere doppio applauso. Franceschini, con il sereno umorismo che lo contraddistingue, si è speso nel sensibilizzare la platea a credere maggiormente nelle personali capacità, a non abbattersi e a puntare verso le specifiche mete che ciascuno desidera raggiungere.

I ringraziamenti a quanti hanno partecipato e ai sostenitori del progetto. In primis l’amministrazione comunale rappresentata dal Vicesindaco Simone Saletti che così ha commentato l’evento: «Ci piace l’idea di ospitare comici locali come Paolo Franceschini, a maggior ragione se il messaggio proposto è molto positivo. Sono contento per la serata colma di pubblico che ha potuto apprezzare anche un nuovo prodotto a cui abbiamo concesso il marchio De.c.o.». Si tratta del Biscotto Casareccio “Saltari Que Bon”, realizzato con materie prime di filiera locale dall’azienda Deco Industrie di Bagnacavallo che gestisce il Biscottificio Saltari nel comune matildeo.

I ringraziamenti sono estesi poi al negozio bondenese “Da Giò – riparazione e vendita biciclette”; Cicli Casadei di San Giovanni di Comacchio; FIAB Ferrara; Gruppo Lumi, Play Valley e Civetta Movie. Al proposito di quest’ultima, casa di produzione cinematografica, ricordiamo che il progetto “Il Comicista. Le avventure di un comico ciclista” sarà oggetto di un docufilm per la valorizzazione dell’Emilia Romagna.