Spettacoli comici sempre in sella

Franceschini percorre nuove vie

Le “ruote” del Comicista Paolo Franceschini non hanno mai sosta: dopo la originale, faticosa ma al contempo molto soddisfacente esperienza sull’Everest, il comico e ciclista continua a parlare e a far parlare di sé fra radio, tv e piazze.

In attesa di sapere se il suo spettacolo sostenibile più alto del mondo, quello tenuto in Nepal, possa rientrare fra i Guinness dei primati, Paolo è già stato protagonista di una bella intervista su Sky Sport e si è esibito su novi palcoscenici in giro per l’Italia: al Piccolo Teatro Comico di Torino, al Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibia (PG)… sempre raccontando in modo leggero ma mai scontato le sue imprese per dare l’ormai noto messaggio “Non è mai troppo tardi”. “Storie di palco, di bici e vita” è infatti il sottotitolo che risuona in questi episodi d’intrattenimento, accompagnato dall’immancabile bicicletta e illuminato solo da energia pulita. Come già a Ferrara, nel primo esperimento e nel contesto dell’iniziativa di Radio 2 M’illumino di meno, la scena viene illuminata soltanto dai fari delle bici poste sul proscenio, ricaricate con energia rinnovabile. Gli spettatori sono invitati a partecipare muniti di una torcia.

Franceschini che solo da una coppia di anni ha inforcato la bicicletta per percorrere grandi distanze, dice che ormai è il suo habitat naturale: gli consente di fare sport, di stare in salute, di vedere luoghi interessanti e spesso incontaminati e anche di portare avanti la propria professione di comico, perché ovunque approdi è in grado d’inscenare uno spettacolo.

Il messaggio ogni volta trasmesso è innanzitutto la sensibilizzazione verso la sostenibilità ambientale, ma anche il positivo monito a dare il meglio di sé per raggiungere ogni meta ambita, di qualunque genere essa sia.

Paolo ha solcato terre straniere e tante città italiane, ma Ferrara rimane il suo “campo base” e per questo anche Cento si appresta a prepararsi per una tappa da fissare nella esperienza del Comicista.